Sono pronti a partire i 41 studenti del Distretto Scolastico di Rimini che hanno partecipato a “Fare scuola in Europa”, l’iniziativa promossa dalla Fondazione Dalle Fabbriche e da Educazione all’Europa con la collaborazione di RomagnaBanca, che consiste nel proporre tirocini formativi in imprese europee di durata compresa tra le 5 settimane e i 3 mesi.
Sabato 13 aprile presso la sede di RomagnaBanca a Bellaria – Igea Marina, i 41 ragazzi selezionati, le loro famiglie e gli insegnanti di riferimento hanno incontrato i promotori dell’iniziativa per la presentazione ufficiale dei vari progetti. L’incontro è stato introdotto da Corrado Monti, Presidente di RomagnaBanca e Tiziano Conti, Vice Presidente della Fondazione Dalle Fabbriche, mentre Carmen Olanda, Direttrice di Educazione all’Europa, ha illustrato i vari aspetti dei tirocini previsti per il 2019, insieme ai referenti delle scuole partner, presentando le attività negli aspetti formativi e organizzativo-logistici e rispondendo alle domande di interesse per genitori e partecipanti.

Il progetto Fare scuola in Europa interessa i distretti scolastici di Rimini e Ravenna e si estende anche al circondario imolese. L’iniziativa, che ha riscosso grande successo lo scorso anno, nel biennio 2018-2019 avrà dato a ben 320 studenti l’opportunità di accrescere la propria formazione scolastica con esperienze in imprese estere.

I progetti di tirocinio sono promossi e coordinati dalla Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche di Faenza e dal Centro Educazione all’Europa di Ravenna, che vantano una collaborazione decennale in azioni di mobilità europea e accompagnamento al lavoro dei giovani. RomagnaBanca co-finanzia gli aspetti organizzativi e il piano di comunicazione del Progetto M.Y. Europe.
Si è formata una rete territoriale di scuole e Poli scolastici per complessivi 21 istituti di II grado, che per il Distretto scolastico di Rimini vede in prima fila il Belluzzi-Da Vinci, l’Einaudi-Molari e il Savioli di Riccione.

Parigi, Dresda, Derry, Dublino, Malta le destinazioni di queste belle esperienze di mobilità europea. Per 7 studenti, che si diplomeranno a luglio di quest’anno, si tratterà di una vera e propria possibilità di accompagnamento al lavoro, con un’esperienza lavorativa di tre mesi nel settore dell’Ospitalità.