La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Nel sito della Fondazione Barberini lo spazio di dialogo ed approfondimento “La Rivista” si arricchisce di nuovi interventi

Care amiche e cari amici, per favorire la lettura degli articoli che man mano verranno pubblicati sul blog “La Rivista” nel sito della Fondazione Barberini, http://www.fondazionebarberini.it/, invieremo, ad ogni pubblicazione, una mail con titolo, avvio dell’articolo ed il link per la lettura integrale dello stesso e per i possibili commenti. Alleghiamo alla presente i primi articoli pubblicati. Noterete che trattano questioni diverse, in coerenza con l’obiettivo di costruire un repertorio di argomenti inerenti l’identità e lo sviluppo delle cooperative, individuati liberamente da chi scriverà, per mantenere alimentato un dibattito che riteniamo di straordinaria utilità.

–  –  –  –  –  –  –  –  –  –   –   –   –   –   –   –   –   –   –   –   –   –

E’ con queste parole che abbiamo iniziato a divulgare, a luglio di quest’anno, all’interno del mondo cooperativo e non solo, i contributi che man mano hanno arricchito di temi lo spazio offerto da LA RIVISTA nel Sito della Fondazione Barberini. Riprendiamo, dopo l’estate, la comunicazione, proponendo quanto, in questo lasso di tempo, è stato pubblicato. Vi invitiamo, se vorrete, a contribuire, con vostri commenti, al dibattito avviato.

 

13 – Il futuro della Cooperazione di Produzione e Lavoro

Postato il 8 Ottobre, 2014 da Rossano Rimelli

C’ è un futuro per l’impresa cooperativa di produzione e lavoro nel settore industriale? Questo interrogativo è tutt’altro che retorico e turba il sonno di molti cooperatori che negli ultimi anni si sono trovati ad affrontare crisi gravissime di grandi cooperative, specie nel settore delle costruzioni e delle attività manifatturiere, impiantiste, ecc. della filiera. Basti pensare alla chiusura per fallimento o all’avvio di procedure, giudiziarie e non, di cooperative con una storia secolare, che occupavano centinaia di soci lavoratori e fatturavano centinaia di milioni di euro.

Continua a leggere…

12 – Intergenerazionalità cooperativa e sostenibilità economico-sociale

Postato il 2 Ottobre, 2014 da Alfredo Morabito

Lo scritto di Mauro Giordani (Inizia l’attività del blog sul sito della Fondazione) evoca molti dei temi di riflessione sulla cooperazione, solo parzialmente discussi tra cooperatori piuttosto che in occasioni di confronto e approfondimento promosse dall’organizzazione cooperativa. Sono peraltro questioni lasciate, forse involontariamente, sopite anche nelle azioni che stanno portando alla creazione dell’ACI: sappiamo tutti come su questi temi impostazioni culturali, esperienze e prospettive divergano anche significativamente e come il sottovalutarne la portata mini l’assetto costituzionale dell’ACI e sia foriero di problemi relazionali futuri, con grave depotenziamento delle opportunità cooperative.

Continua a leggere…

11 – Orgoglio e Cooperazione

Postato il 2 Ottobre, 2014 da Luciano Sita

Nel 1170 a Parigi, si stava costruendo la chiesa di Notre Dame. Il Re di quell’epoca, il giovane Luigi VII, andava di frequente ad assistere ai lavori e un giorno, vedendo gli scalpellini che lavoravano i massi per la costruzione , chiese a uno di essi che cosa stava facendo e questi gli rispose “ sto preparando un masso per un muro”, poco distante c’era uno scalpellino che lavorava con lena e il re gli pose la stessa domanda. Lo scalpellino lo guardò e gli disse” Sire, sto costruendo la chiesa di Notre Dame”.

Continua a leggere…

10 – La scoperta della Cooperazione

Postato il 1° Ottobre, 2014 da Biljana Prijic

Perché la cooperazione promuove se stessa? Non so se ci abbiamo pensato abbastanza. Le imprese di capitali certamente promuovono il proprio modello, per rafforzare il distretto, l’economia nazionale, per aumentare la competitività. Ma con meno pervicacia di quanto faccia la cooperazione. Quale forza primordiale ci spinge a favorire lo sviluppo del movimento cooperativo, a far conoscere la cooperazione ai giovani, slogan sentiti tante e tante volte? Forse più detti che praticati, ma ribaditi in mille occasioni. Non solo.

Continua a leggere…

09 – Un Movimento intergenerazionale

Postato il 16 Settembre, 2014 da Tito Menzani

Chi sono i proprietari delle cooperative? I soci. Tuttavia, per dare una risposta più esauriente e in fin dei conti più corretta, bisognerebbe aggiungere che i proprietari non sono solo i soci, ma anche i soci di domani. Le cooperative sono caratterizzate dalla intergenerazionalità, ossia dall’essere un patrimonio – economico, di competenze, di valori – che resta radicato sul territorio e a disposizione della comunità. E vive attraverso la comunità.
Le persone si fanno socie delle cooperative, il tempo passa e loro si pensionano o muoiono.

Continua a leggere…

08 – Collaborazione e opportunismo in cooperativa

Postato il 10 Settembre, 2014 da Giuliano Nicolini

In molte cooperative ci si lamenta che non vi sia quella “naturale collaborazione” che ci si dovrebbe aspettare in imprese di questo genere. Ma la domanda vera è questa: perché i soci di una cooperativa dovrebbero collaborare fra di loro? Per quale motivo dovrebbero condividere lavoro, soldi e beni con gli altri soci? Normalmente si tira in ballo il fatto che ci si fida degli altri. Ma non è detto che questo sia un fattore indispensabile: la fiducia più spesso è una conseguenza della collaborazione, non la causa. Per collaborare con gli altri occorre avere di fronte la prospettiva di un rapporto di lunga durata.

Continua a leggere…

07 – Economia collaborativa e cooperative

Postato il 10 Settembre, 2014 da Maurizio Davolio

Il recente straordinario sviluppo dell’economia collaborativa basata sullo scambio, da attribuire alle opportunità offerte oggi dall’informatica, deve indurre ad una riflessione il mondo delle cooperative. L’economia collaborativa presenta tratti che ricordano da vicino il sistema valoriale del movimento cooperativo: pratiche democratiche e fortemente partecipative nelle sue molteplici attività, posizionamento sui bisogni concreti delle persone, larga condivisione degli obiettivi, prevalenza dell’attenzione alla persona rispetto al denaro, forte socialità nei rapporti. Continua a leggere…

06 – Una rinnovata mutualità per la costruzione del welfare di comunità

Postato il 09 Settembre, 2014 da Sara Rago

L’innovazione nei sistemi di welfare, per essere realmente in grado di costruire servizi sociali capacitanti ed inclusivi, richiede oggi fortemente la valorizzazione dell’apporto specifico della pluralità di soggetti che concorrono alla creazione di servizi presenti sul territorio.
Per costruire il necessario riequilibrio dei sistemi di welfare in prospettiva più universalistica ed inclusiva, quindi, è fondamentale collocare al centro del dibattito e delle azioni da esso derivanti una visione di ben-essere e mutualità allargata.

Continua a leggere…

 

……………………………………………………….

Fondazione Ivano Barberini

Gloria Lipparini

segreteria

viale Aldo Moro 16 – 40127 Bologna
t. 051/509 705  — f. 051/509 905
e-mail segreteria: fondazione.ivanobarberini@gmail.com

Condividi:

I commenti sono chiusi