chiesa_-_assemblea_cei_imagelarge
 
 
 
 
 
 
E’ passato il 1 maggio 2014.
Tanti discorsi, appelli, polemiche e certamente il messaggio dei vescovi italiani per la festa del lavoro non è stato molto ascoltato.
Nelle chiese e nelle parrocchie non se ne è certo parlato.
Tuttavia, a fronte della grave crisi economica e sociale e degli effetti drammatici che sta provocando, una risposta è possibile, dicono in maniera un po’ sorprendente. “Fare cooperazione”! In senso lato, certo, ma anche in senso specifico, che noi conosciamo bene. Perchè cooperazione è mutualità, condivisione, partecipazione, pieno coinvolgimento di coloro che sono parte di una esperienza di bisogno e di aiuto. La cooperazione si fa insieme, senza provocare assistenzialismo e dipendenza, come finora si è fin troppo realizzato attraverso sistemi di Welfare inadeguati.

CEI. Messaggio per la giornata del primo maggio 2014 (pdf)

Everardo Minardi

Previous articleUna lettera dell'Associazione Fare Lavoro di Castel Maggiore
Next articleLe cooperative in tempo di crisi