La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

“Mutualità e cooperazione. A partire dalla crisi economica e sociale”. A Forlì 16 aprile, 23 aprile e 7 maggio.

La Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, in collaborazione con la Banca di Forlì – Credito Cooperativo, con Confcooperative di Forlì-Cesena e con l’Associazione Culturale Francesco Barone, promuove a Forlì un ciclo di tre “Incontri – dibattito” sul tema “Mutualità e cooperazione. A partire dalla crisi economica e sociale”.
Le serata sono in programma di lunedì sera, alle 20,45: 16 aprile, 23 aprile e 7 maggio.
Si terranno nella saletta della Banca di Forlì, in Via Bruni, 2 a Forlì.
Le Nazioni Unite hanno proclamato il “2012 Anno Internazionale delle Cooperative”. Esso risulta, quindi, un momento particolarmente interessante per riflettere sul privato sociale e sull’economia civile per analizzarne il ruolo sociale, con particolare riferimento al loro ruolo anticiclico delle cooperative, come strumenti per attraversare e risolvere l’attuale momento storico.
Il ciclo di conferenze proposto è rivolto a comprendere le dimensioni della mutualità e della cooperazione, inquadrandole all’interno della crisi economica, politica e sociale che l’Italia sta attraversando. Il mondo cooperativo fin dall’inizio si è qualificato come attività economica “a misura d’uomo”, orientata ai valori della democrazia, della solidarietà, del mutualismo, dell’ecumenicità e della responsabilità e ad obiettivi di crescita e di sviluppo sociale e culturale del socio così come dell’ambiente in cui vive. La cooperazione (in particolare quella sociale) si struttura con finalità solidali, pur assumendo come interlocutore il mercato (di cui accetta le regole). Questo settore, inoltre, grazie anche ad interventi come quelli del microcredito, appare tanto più importante in quanto in grado di affrontare il profondo momento di crisi economica che stiamo vivendo.

Per il programma delle tre serate, clicca qui

 

Condividi:

I commenti sono chiusi