Leonardo Luca Vignini ha ricevuto di recente dalla Fondazione Dalle Fabbriche e dalla BCC ravennate forlivese e imolese la Borsa di ricerca sul tema: “Cervelli in fuga dall’Emilia-Romagna. Uno studio qualitativo del fenomeno”.

La sua attività di studio e di ricerca è terminata ed è stato pubblicato il contenuto del suo lavoro, in forma di e-book scaricabile gratuitamente.

>> Scarica l’e-book!

Presentazione del testo da parte dell’autore, Leonardo Luca Vignini:

Scopo di questa ricerca è quello di analizzare il fenomeno della “fuga di cervelli” in Emilia-Romagna, con particolare attenzione a coloro che, dopo un periodo di lavoro all’estero, hanno deciso di ritornare e lavorare in questa regione.

In particolare, si cercherà di far luce sull’ampiezza del fenomeno e sulle cause di queste partenze. Ciò che si intende far emergere, attraverso l’analisi di casi specifici, è che le opportunità formative e lavorative in Emilia-Romagna esistono e incoraggiano l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Perciò, non è l’assenza di offerta che allontana le persone dalla regione. Attraverso questa ricerca sarà mostrato che la fuga ver-so l’estero è causata da altri fattori, prevalentemente culturali, come la voglia di fare nuove esperienze o di arricchire il proprio curriculum.

Questo spiega anche il fatto che spesso i giovani cercano di ritornare e di posti di lavoro migliori, avendo dalla loro parte l’aver lavorato in contesti diversi da quello italiano.

Correlato a tutto questo un altro obiettivo della ricerca è quello di chiarire le differenze fondamentali tra il lavoro in Italia e all’estero, in termini di organizzazione, mansioni, salario e rap-porto tra direzione e dipendente.

Inoltre, si cercherà di rispondere alla domanda se effettivamente le aziende italiane considerino, nella selezione del personale, esperienze di questo tipo come un valore aggiunto; quindi, se le aspettative dei cervelli in fuga siano effettivamente soddisfatte.