La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Pubblicata la Borsa di ricerca su “L’Unione dei Comuni”

Cristina Gianfelici ha ricevuto di recente dalla Fondazione Dalle Fabbriche e dalla BCC ravennate forlivese e imolese la Borsa di ricerca sul tema: “Le Unione dei Comuni: il conferimento delle funzioni per una ricerca di maggiore efficienza ed efficacia dei servizi”.

La sua attività è terminata ed è stato pubblicato il contenuto del suo lavoro, in forma di ebook scaricabile gratuitamente (almeno per i primi mesi).

>> Scarica l’ebook!

Una breve sintesi della ricerca

Le funzioni istituzionali, le attività e i servizi dei Comuni sono fattori fondamentali per la qualità di vita dei cittadini e lo sviluppo delle imprese, da sempre imprescindibili catalizzatori di crescita economica e sociale delle comunità locali. Negli ultimi trent’anni, però, i crescenti vincoli alla spesa pubblica hanno reso inevitabile interrogarsi su come i Comuni possano continuare a erogare servizi essenziali sempre più complessi e numerosi a fronte di risorse sempre più scarse.

L’Unione dei Comuni rappresenta una delle principali risposte giuridico-istituzionali: in caso di risorse insufficienti, infatti, l’unione di capitali, strumenti, persone, conoscenze e procedure può consentire alle amministrazioni locali di svolgere maggiori e migliori attività e servizi di quanto sarebbe possibile in caso di parcellizzazione.

Alcune cautele, però, sono necessarie. Le numerose realtà comunali italiane si caratterizzano per rilevanti specificità territoriali, storico-culturali, sociali ed economiche, che necessitano di risposte mirate. L’efficienza e l’efficacia dei servizi, infatti, si misurano non solo attraverso l’entità delle spese, ma anche attraverso la concreta capacità di rispondere adeguatamente alle differenziate esigenze delle comunità locali. Per queste ragioni, non è possibile considerare l’Unione di Comuni come una soluzione sempre e aprioristicamente valida; i criteri e le modalità impiegati per la costituzione e la gestione sono elementi imprescindibili per il successo dell’iniziativa.

Date le premesse, questo lavoro vuole fornire un contributo al dibattito scientifico in corso sull’efficienza e sull’efficacia delle Unioni di Comuni, nella prospettiva economico-aziendale. Ma anche rappresentare un ausilio per i politici e gli amministratori locali, che nel conferire in Unione una o più funzioni non possono ignorare, accanto ai vantaggi, anche le possibili criticità.

Condividi:

I commenti sono chiusi