La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Possibilità di finanziamenti regionali per gli enti del commercio equo solidale

forum2014 (5)Novità nel mondo del commercio equo e solidale. La Regione Emilia Romagna ha infatti approvato due bandi per la concessione di contributi per la promozione di iniziative e per investimenti.
Le attività promozionali che verranno finanziate riguardano:
– La promozione di iniziative divulgatice e di sensibilizzazione mirate a diffondere la realtà del commercio equo e solidale e ad accrescere nei consumatori la consapevolezza degli effetti delle proprie scelte di consumo, in particolare delle ricadute sociali ed ambientali derivanti dalla produzione e
commercializzazione del prodotto;
– La promozione di specifiche azioni educative nelle scuole, finalizzate a conoscere le problematiche connesse alle implicazioni delle scelte di consumo, stimolando una riflessione sul consumo consapevole e sulle opportunità offerte dai prodotti del commercio equo e solidale;
– La promozione di iniziative di formazione per gli operatori ed i volontari delle organizzazioni del commercio equo e solidale
– La promozione di un portale regionale per il commercio equo e solidale, in cui inserire informazioni in materia di commercio equo e solidale
Il contributo viene concesso nella misura massima del 100% delle spese ammissibili, secondo l’ordine della graduatoria contenente l’indicazione del punteggio ottenuto e fino ad esaurimento delle risorse disponibili, pari a 120.000 euro.
Per questo bando le domande devono essere presentate entro e non oltre il 15 settembre 2016 esclusivamente per posta elettronica certificata all’indirizzo comtur@postacert.regione.emilia-romagna.it
Per quanto riguarda invece gli investimenti, sono previsti contributi nella misura massima del 40% delle spese ammissibili e per un importo massimo di 40.000 per iniziative che riguardano:
– l’apertura e la ristrutturazione delle sedi
– l’acquisto di attrezzature, arredi e dotazioni informatiche
Sono ammissibili gli interventi avviati a partire dall’01/01/2016 e conclusi entro e non oltre 24 mesi dalla data di scadenza per la presentazione della domanda. Le domande devono essere presentate entro e non oltre il 30 giugno 2016 esclusivamente per posta elettronica certificata all’indirizzo comtur@postacert.regione.emilia-romagna.it

Condividi:

I commenti sono chiusi