La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Una borsa di studio riservata a ricercatori in campo oncologico

La famiglia di Tiziano Console Camprini insieme alla Fondazione Dalle Fabbriche erogano una borsa di studio e ricerca in campo oncologico, dedicata ai giovani under 35. Il bando, che scade il 30 ottobre, è rivolto al cofinanziamento di un progetto nell’ambito della ricerca nel settore oncologico ed è riservato ad attività post laurea in ambito clinico e pre-clinico, all’interno degli istituti di ricerca dell’area bolognese e romagnola.
Possono presentare la propria candidatura tutti i giovani ricercatori under 35, residenti e/o domiciliati nell’Area Vasta Romagna, sia medici che biologici e di altre discipline scientifiche, che presentino un curriculum coerente con l’oggetto della borsa di ricerca. Verrà dato risalto, in particolare, ai progetti di ricerca traslazionale in ambito oncologico in cui emerga anche una possibile applicazione dei risultati in ambito clinico.
«L’idea di questa borsa di studio e ricerca – spiegano la moglie e i figli di Tiziano Console Camprini – nasce in primo luogo per dare rilievo alla competenza e alla dedizione di quanti svolgono la propria attività in ambito oncologico. L’attenta e sensibile professionalità riscontrata nel personale medico che ci ha seguiti, in particolar modo il dott. Giovanni Luca Frassineti, responsabile dell’Oncologia Medica presso l’IRST di Meldola e il reparto di Chirurgia Gem dell’ospedale Morgani-Pierantoni di Forlì, diretto dal dott. Arturo Lattuneddu, hanno confermato l’importanza di valorizzare coloro che mettono a disposizione competenze professionali elevate, a sostegno di dolori e sofferenze spesso irreversibili. La ricerca, soprattutto fra i giovani, che nei suoi molteplici aspetti apre nuovi orizzonti all’avanzamento scientifico, deve quindi essere alimentata e difesa come patrimonio comune, al servizio di un costante miglioramento delle condizioni di vita di ciascuno di noi».
«Nostro padre – continuano i figli – dopo aver insegnato per molti anni presso l’Istituto Tecnico A. Oriani, aveva maturato un naturale interesse verso i giovani, consapevole di quanto fosse importante far emergere le loro potenzialità http://slotsonlinecanada.ca/. Con alcuni suoi ex allievi ha continuato rapporti di collaborazione e di reciproca stima fino alla morte. Amava ribadire che aiutarli a conseguire i loro obiettivi era un dovere, oltre che un motivo di orgoglio per tutti. Per queste ragioni abbiamo ritenuto che una borsa di studio alla sua memoria rappresentasse il miglior modo per ricordarlo fra noi».
«I giovani e il loro futuro sono tra gli obiettivi cardine di questa Fondazione – sottolinea Everardo Minardi, presidente Fondazione Dalle Fabbriche -. Per questo ci troviamo sempre pronti a collaborare con simili iniziative oltre che a proporre diversi progetti che mirano alla nascita di nuove e giovani imprese oltre che alla formazione e all’orientamento».

Per il bando completo clicca qui

Condividi:

I commenti sono chiusi