La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Verso una società inclusiva, attraverso la scuola

Verso una società inclusiva

E’ il testo di Cecilia Dalle Fabbriche, risultato di un suo accurato lavoro di ricerca svolto in corrispondenza ad una borsa di studio ricevuta dalla Fondazione G.Dalle Fabbriche.
Con una introduzione di Andrea Canevaro, professore emerito della Alma Mater.

Lo si può leggere? Certamente, basta cliccare qui

Sintesi
La finalità inclusiva di una società moderna ed avanzata sembra un’acquisizione in certo senso scontata. L’inserimento di soggetti e gruppi sociali genera stabilità, comunicazione, relazione, intensificazione degli scambi, rilevanti sotto il profilo dell’ordine sociale e del mercato.
In realtà ancora, l’obiettivo non sembra essere pienamente raggiunto, il rischio di esclusione sociale di quote rilevante di popolazione, non solo immigrata, rimane rilevante. Decisivo per gli effetti prolungati che genera è il ruolo della scuola, da quella di base a quella superiore.
Nonostante i tanti interventi, normativi, organizzativi, professionali realizzati i deficit di inclusione sociale si ripresentano in maniera costante, a volte in un contesto di forte deresponsabilizzazione sia delle istituzioni locali che delle professionalità impegnate nel lavoro docente e nei servizi sociali.
Una ulteriore diagnosi della situazione, come quella offerta da questo volume, costituisce una rinnovata occasione di riflessione e di rinnovata progettazione educativa e sociale

Condividi:

Nessun commento ancora

Lascia un commento