La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Le famiglie del mondo per le famiglie della Siria”: sms solidali e contributi di liberalità

Tutte le Caritas Diocesane sono state attivate sulla grave emergenza siriana. Il conflitto in Siria ha assunto proporzioni senza pari fra le guerre in corso nel pianeta, con oltre 100.000 morti e circa 8 milioni fra rifugiati e sfollati. Le Caritas di Siria, Giordania, Libano e Turchia stanno aiutando i profughi con un impegno immane. Purtroppo, i loro appelli non sono ancora sufficientemente finanziati.
Su richiesta della Santa Sede, in occasione del Pellegrinaggio Mondiale della Famiglia che si terrà a Roma il 26 e 27 ottobre, e in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Famiglia, verrà lanciata una raccolta straordinaria di fondi denominata “Le famiglie del mondo per le famiglie della Siria”, che vedrà Caritas Italiana come l’organismo pastorale responsabile per la destinazione di questi fondi a progetti di solidarietà.
Anche la CEI, nel Consiglio Permanente del 23 – 25 settembre 2013, ha rinnovato l’appello alla solidarietà con tutte le vittime e affidato a Caritas Italiana la responsabilità di coordinare la raccolta dei fondi.
Il progetto, che ha la durata di un anno, consiste in una raccolta fondi per:
la fornitura di aiuti umanitari alle famiglie siriane in difficoltà, e prioritariamente con bambini;
il sostegno di alloggi temporanei alle famiglie sfollate (almeno 300);
l’assistenza medico-sanitaria a malati, bambini e anziani.
I beneficiari del progetto “Le famiglie del mondo per le famiglie della Siria” saranno circa 5.400 famiglie siriane (oltre 20.000 persone). Oltre 300 famiglie sfollate potranno avere un alloggio.
Due le modalità per contribuire:
1)      da venerdì 25 ottobre a lunedì 28 ottobre sarà possibile contribuire – con SMS solidali da cellulare a chiamate da telefono fisso al n. 45594– al progetto del Pontificio Consiglio per la Famiglia e di Caritas Italiana “Le famiglie del mondo per le famiglie della Siria”.
2)      Tutte le famiglie della Diocesi che intendono partecipare possono sempre donare un contributo o direttamente, specificando la causale “Famiglie per la Siria”, tramite versamento su c/c  postale n.347013; o bonifico su c/c bancario Unicredit, Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119; o con pagamento con carta di credito online, sul sito www.caritas.it; oppure versando l’offerta presso l’ufficio Caritas Diocesano di Faenza, in Vescovado, Piazza XI Febbraio 10 (martedì e giovedì, 9.30 – 12.00).

Condividi:

Nessun commento ancora

Lascia un commento