La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Contributo delle cooperative al superamento della crisi

Il Parlamento Europeo ha adottato, il 2 luglio, un rapporto, presentato dalla parlamentare italiana Patrizia Toia, sul contributo delle cooperative al superamento della crisi.
Il testo esprime apprezzamento per il contributo delle 160.000 cooperative associate a Cooperatives Europe all’economia dell’Unione Europea e alla stabilità dell’occupazione.
Il rapporto insiste sulla capacità di resistenza che il modello di impresa cooperativa ha dimostrato nel corso della crisi economica e sociale che l’Europa sta ancora fronteggiando. Il documento mette in luce, in particolare, l’opportunità di utilizzare il modello cooperativo per ristrutturare imprese in crisi o senza successori, ad esempio trasferendo l’azienda ai lavoratori.
Il rapporto mette inoltre l’accento su alcune proposte per assicurare un terreno di confronto paritario tra cooperative ed altre forme di impresa, incluso l’accesso al finanziamento ed il sostegno all’impresa. Infine, il documento riserva una particolare attenzione al ruolo che le cooperative attive in campo energetico giocano nell’aumentare l’utilizzo di energie rinnovabili.

Risoluzione del Parlamento europeo del 2 luglio 2013 sul contributo delle cooperative al superamento della crisi – Documento in PDF

 

Condividi:

Nessun commento ancora

Lascia un commento