La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

I princìpi della cooperazione – 3: partecipazione economica dei soci

 L’assessore regionale alle Politiche sociali Teresa Marzocchi sarà presente al seminario che si terrà l’11 giugno alle 9,15 al Mic di Faenza. L’evento è organizzato da Agci, Confcooperative e Legacoop.
Sarà un seminario dedicato alla Partecipazione economica dei soci, terzo principio della cooperazione, quello che si terrà lunedì 11 giugno nella sala conferenze del Museo internazionale delle ceramiche di Faenza (viale Baccarini, 19) a partire dalle 9,15.
L’approfondimento, organizzato da Agci, Confcooperative e Legacoop Ravenna nell’ambito del programma dedicato all’Anno internazionale delle cooperative, ha l’obiettivo di analizzare a fondo uno dei principi cardine del movimento cooperativo: «Il programma che abbiamo inaugurato a gennaio si propone di mettere in luce i 7 principi sui quali si fondano le imprese cooperative – sottolineano i vertici di Agci, Confcooperative e Legacoop -. Parlare di Partecipazione economica, ma non solo, significa ribadire uno dei concetti più importanti del nostro movimento ossia quello che stabilisce che i soci concorrono in modo equo al capitale della cooperativa ed esercitano sullo stesso un controllo democratico. L’obiettivo non è il mero profitto – spiegano -, ma la solidità e il futuro della cooperativa».
L’apertura dei lavori sarà affidata al saluto del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi e del presidente del Mic Pier Antonio Rivola mentre sarà il presidente di Confcooperative Ravenna, Raffaele Gordini, coordinatore del Tavolo delle Centrali cooperative, ad entrare nel merito dell’argomento. Successivamente prenderanno la parola Federica Buzzi, dell’Ufficio legale di Federcoop Nullo Baldini e Carlo Dell’Aringa, docente di Economia dell’impresa e del lavoro dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. L’intervento del professor Dell’Aringa sarà anche l’occasione per un approfondimento delle tematiche economiche che più interessano le imprese, quali l’andamento economico interno e le prospettive di crescita del nostro Paese. Le conclusioni saranno di Teresa Marzocchi, assessore alle Politiche sociali della Regione Emilia Romagna.
«Crediamo che in questo periodo storico sia doveroso mettere in luce quei valori cooperativi che hanno permesso a questa forma di impresa di ‘resistere’ all’avanzata della crisi – concludono i vertici delle tre centrali ravennati -. Parlare di riserve, di mutualità, di sostegno alle attività sociali è tutt’altro che anacronistico: è il modo più efficace che conosciamo per garantire un futuro sostenibile alle nostre comunità e all’economia di questo Paese».

Scarica il programma-invito

 

Condividi:

I commenti sono chiusi