La cooperativa che pensa solo ai suoi affari e non genera valore aggiunto per le persone dei Soci e per la loro comunità locale non è più una cooperativa.
Giovanni Dalle Fabbriche
 

Giuseppe Toniolo, Convegno a Faenza il 20 aprile e S.Messa di beatificazione a Roma il 29 aprile

Nato a Treviso il 7 marzo 1845, Giuseppe Toniolo si laurea in Giurisprudenza nel 1867 e diventa professore universitario, lavorando negli Atenei di Padova, Venezia, Modena e Pisa, dove resta fino alla morte (7 ottobre 1918). Fin da giovane si impegna nell’Opera dei Congressi e fonda l’Unione cattolica per gli Studi sociali.
Esponente di spicco del sindacalismo cattolico, le sue ricerche spaziano dall’economia alla storia, alla sociologia, materie in cui cerca sempre di dimostrare il primato dei valori etici e religiosi.
Toniolo, ispiratore del pensiero politico di riferimento dei cattolici, riorganizzatore dell’Azione Cattolica, promotore della “Settimana sociale dei cattolici italiani” e contemporaneo di figure fondamentali per la cooperazione ed in particolare il Credito Cooperativo come Raiffeisen, Wollemborg, don Cerutti, Papa Leone XIII, a sua volta ispiratore della costituzione di Casse Rurali (ancora oggi due BCC portano il suo nome), è infatti un personaggio chiave nella storia politica ed economica del nostro Paese.

Per ricordarlo degnamente la Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, Confcooperative Ravenna, l’Azione Cattolica della Diocesi di Faenza – Modigliana e l’Associazione giovani cooperatori di Ravenna, organizzano due eventi, ai quali propongono la partecipazione.

Venerdì 20 aprile, Convegno a Faenza, Giuseppe Toniolo: la persona al centro del pensiero economico, clicca qui

Domenica 29 aprile, a Roma, partecipazione alla S.Messa di Beatificazione di Giuseppe Toniolo, clicca qui

Nei due allegati, tutte le informazioni necessarie.

 

Condividi:

I commenti sono chiusi